• ASTRASERVIZI
  • ASTRASERVIZI
  • ASTRASERVIZI
  • ASTRASERVIZI
 

News

13-11-2017 - Autotrasporto contro taglio delle risorse in Senato
Dopo l'approvazione della Commissione Lavori Pubblici dell'emendamento alla Legge di Bilancio che sposta 150 milioni dalla strada al mare, intervengono le associazioni degli autotrasportatori.


In una nota diffusa il 10 novembre 2017, Unatras esprime "malcontento e irritazione" contro l'emendamento della Commissione Lavori Pubblici del Senato che sottrae 150 milioni (50 milioni l'anno dal 2018 al 2020) al fondo strutturale per l'autotrasporto per destinarle al trasporto marittimo. Secondo Confartigianato Trasporti, i fondi potrebbero sparire dalle deduzioni forfettario per le spese non documentate, come spiega il presidente Amedeo Genedani: "Il ministro Delrio deve garantire l'importo di 51 euro per le deduzioni forfetarie delle spese non documentate anche per quest'anno, nell'interesse della stragrande maggioranza di trasportatori italiani, che su questa misura fondamentale hanno già subito una riduzione costante in questi anni".
Sempre a proposito delle deduzioni forfettarie, Unatras aggiunge che "per il riparto delle risorse 2018 è necessario reperire circa 30 milioni aggiuntivi per garantire la cifra concordata di 51 euro alla stragrande maggioranza di trasportatori italiani, artigiani e piccole imprese, come già successo per il 2017, quando il Governo è dovuto intervenire per raggiungere l'importo necessario".
Sul taglio approvato dalla Commissione Lavori Pubblici del Senato, l'unione ammonisce che "non è minimamente accettabile che altre risorse, indispensabili per l'autotrasporto merci, vengano distratte in favore di altre modalità di trasporto verso cui sono stati già dirottati 65 milioni di euro provenienti dal nostro settore, precedentemente stanziati per la de-contribuzione degli autisti internazionali".