• ASTRASERVIZI
  • ASTRASERVIZI
  • ASTRASERVIZI
  • ASTRASERVIZI
 

News

15-06-2017 - Astra incontra il Presidente della Regione Chiamparino. Presentato il dossier sui temi urgenti della viabilità cuneese
Si è svolto ieri mattina (14 giugno 2017) a Torino un incontro tra la delegazione dell’ASTRA Cuneo e il Presidente della Regione Sergio Chimparino per discutere i dossier più urgenti che riguardano i temi della viabilità in provincia di Cuneo.


Per ASTRA Cuneo erano presenti il Presidente Diego Pasero e il segretario Guido Rossi accompagnati dall’imprenditore cuneese Domenico Monge, anche in rappresentanza di Confindustria Cuneo, e dall’ing. Gianni Brero.
Piena sintonia su tutti i punti trattati a partire ovviamente dall’annosa questione del completamento della A33, l’autostrada Asti-Cuneo emblema dell’isolamento della provincia di Cuneo. Come ha ricordato il Presidente Chiamparino, se da Bruxelles arriverà il via libera all’ipotesi di proroga della concessione della Torino-Milano e del crossfinancing che consentirebbe di reperire le risorse necessarie al completamento del collegamento con il tracciato esterno (e non più quello in galleria sotto la collina di Verduno), si potrà finalmente risolvere una situazione inaccettabile. I rappresentanti ASTRA hanno consegnato al Presidente Chiamparino il vecchio progetto che potrebbe essere ripreso, consentendo così di abbreviare tutto l’iter approvativo del nuovo tracciato.
In generale sul tema delle concessioni si è convenuto che le concessionarie, sia pure nel pieno diritto di perseguire profitti, non debbano avere un atteggiamento esclusivamente utilitaristico, ma che debbano investire parte degli utili sul territorio.
Di estrema attualità il tema del raddoppio del Tunnel del Tenda, per il quale la Regione ha convocato domani in Prefettura a Cuneo un incontro con gli enti locali per fare il punto della situazione a quasi un mese dal sequestro del cantiere, in seguito all’inchiesta della procura di Cuneo, che rischia di compromettere i lavori generando ulteriori ritardi nell’avanzamento dell’opera.
Sul Casello di Marene il rappresentante dell’assessorato ai Trasporti e infrastrutture ha ricordato come la Regione abbia espletato da tempo tutte le procedure autorizzative e che si attenda solo il via libera da parte del MIT.
Più delicato il tema del nuovo casello di Carmagnola per il quale lo stesso comune ha presentato un progetto ridimensionato di completamento della tangenziale che andrebbe ad innestarsi sull’attuale casello. Questa sembrerebbe la soluzione preferita dal Comune che renderebbe inutile il nuovo casello.
Infine sul colle della Maddalena, l’Astra ha riconosciuto il lavoro svolto dalla Regione che, con la sperimentazione del distacco controllato delle valanghe, (PIDAV) alla quale la stessa ASTA ha contribuito economicamente, ha consentito negli ultimi 4 anni di ridurre notevolmente le chiusure invernali causate dal pericolo valanghe, pur ricordando come sia necessaria una soluzione più strutturale come i paravalanghe.
Domenico Monge e l’ASTRA hanno inoltre presentato al presidente Chiamparino alcuni studi che dimostrano come le inefficienze dei collegamenti della provincia di Cuneo, rappresentino un handicap ed un onere notevole per le imprese locali e per il sistema dell’autotrasporto che sopportano costi di trasporto e logistica che potrebbero essere significativamente ridotti con evidenti benefici per l’intera economia del territorio.

-News Area Download